• Cattedrale int2

Domenica delle Palme 2018 - Commento al Vangelo

Postato in Unitario

Con la celebrazione della Domenica delle Palme diamo inizio alla Grande e Santa Settimana che racchiude nelle singole celebrazioni dall’intenso valore evocativo l’unico Mistero della nostra fede: il Signore che muore e risorge per la nostra salvezza.
Il Vangelo di oggi ci immette già nel clima della passione preceduto dall’ingresso trionfale a Gerusalemme e ci mostra l’assurdità che accompagnerà gli ultimi giorni della vita terrena di Gesù. Infatti, se da un lato vediamo la folla che osanna il Benedetto che viene nel nome del Signore, dall’altra parte si erge il grido di chi sceglie Barabba e mette a morte il Giusto. 

Quinta Domenica di Quaresima 2018 - Commento al Vangelo

Postato in Unitario

V domenica di Quaresima (18 marzo 2018)

Ger 31,31-34; Sal 50; Eb 5,7-9; Gv 12,20-33

Gesù entra in Gerusalemme per la festa della Pasqua. Alcuni greci vogliono incontrarlo perché hanno sentito parlare di lui e chiedono a Filippo, proveniente da Betsaida, città abitata da molti greci, di poter vedere Gesù. Filippo riferisce la richiesta ad Andrea ed ambedue rivolgono la domanda al Maestro. Gesù rispose loro: «È venuta l'ora che il Figlio dell'uomo sia glorificato. In verità, in verità io vi dico: se il chicco di grano, caduto in terra, non muore, rimane solo; se invece muore, produce molto frutto. Chi ama la propria vita, la perde e chi odia la propria vita in questo mondo, la conserverà per la vita eterna ».

IV domenica di Quaresima 2018 - Commento al Vangelo

Postato in Unitario

Siamo giunti alla IV domenica di Quaresima e questo percorso penitenziale, oggi, si tinge dei colori del giorno, di quella luce che consola i cuori immersi nel buio della notte, come il cuore di Nicodemo, di Giuseppe di Arimatea o dei tanti che in segreto si recavano da Gesù per paura di essere perseguitati: "Rallegrati, Gerusalemme, e voi tutti che l’amate, riunitevi. Esultate e gioite, voi che eravate nella tristezza: saziatevi dell’abbondanza della vostra consolazione". (cf. Is 66,10-11)

La società in cui viviamo difficilmente comprende il senso della parola CONSOLAZIONE, tanto che ha dovuto tramutarla, anche nelle esperienze più dolorose e drammatiche della vita dell'uomo in RASSEGNAZIONE, chiudendo ogni possibilità alla luce e alla speranza di entrare nei meandri più reconditi della nostra esistenza. Dovremmo ridefinire questa Domenica della letizia in Domenica della Consolazione.

Terza domenica di Quaresima 2018 - Commento al Vangelo

Postato in Unitario

Terza Domenica di Quaresima - 4 marzo 2018

(Es 20, 1-17; Sal 18; 1 Cor 1, 22-25; Gv 2, 13-25)

IL CORPO DI GESÙ È IL NUOVO TEMPIO

La terza domenica di Quaresima ci mostra il tempio come metafora dell’alleanza tra Dio e l’umanità.

Gesù sale a Gerusalemme ed entra nel tempio, il luogo dell’incontro tra Dio e il suo popolo e trova gente che vende buoi, pecore e colombe: «Fece una frusta di cordicelle e scacciò tutti fuori del tempio, con le pecore e i buoi; gettò a terra il denaro dei cambiamonete e ne rovesciò i banchi» (Gv 2,15).